Descrizione

La rivoluzione europea sull’iva dei servizi digitali costringe le imprese ad aggiustare i prezzi e mette a rischio il business delle micro-aziende del settore. Chi vende ebook, mp3, app, videogiochi, suonerie, hosting e advertising dal 2015 applica l’iva del Paese dell’acquirente e non più quella del venditore.

Il Punto Ricci 30 marzo 2015