Descrizione

Mi sono avvicinata alla Cisl molto presto. Mio padre e mia madre facevano attività sindacale, quindi la mia conoscenza del sindacato nasce da quando ero ancora molto piccola. Negli anni ho svolto diversi ruoli, sono entrata a lavorare nei servizi della Cisl a 19 anni, poi mi sono occupata anche dell'ufficio vertenze confederale ed oggi lavoro per la Fisascat.

Essere una donna che si occupa di sindacato richiede molta passione, perché bisogna essere presenti in carne e ossa ed avere molto tempo a disposizione da dedicare a questa attività. Grazie al sostegno di una organizzazione efficiente si riesce ad offrire il massimo agli iscritti che meritano passione e qualcuno che ci creda fino in fondo.

Da segretario generale della Cisl mi impegnerei nel diffondere maggiormente il ruolo e l'importanza del sindacato per riavvicinare le persone che si sono allontanate, ricordando che se il lavoratore viene lasciato da solo sarà sempre più solo e avrà sempre meno potere contrattuale di fronte ad un datore di lavoro e di fronte ad un governo che non si occupano nè dei loro diritti e tutele nè tantomeno delle loro esigenze.

29 ottobre 2015